Deanocciola creme 100% Bio

Che il consumo di prodotti biologici è in forte aumento ormai è noto a tutti. Per rendersene conto basterà constatare l’evoluzione che questi prodotti hanno avuto sugli scaffali dei principali supermercati. Infatti, i prodotti Bio sono passati dall’essere una nicchia di mercato ad essere ubiquitari sia come distribuzione (è possibile trovarli nei grandi più grandi Retailer e nei Discount) che come assortimento (ormai per ogni prodotto c’è l’alternativa Bio).

Ma sostanzialmente, molto sul biologico è ancora poco comprensibile e non così chiaro.

Cosa si intende per certificazione biologica?

La certificazione biologica di un’azienda è un processo volontario, secondo il quale l’azienda che aderisce a questo schema (individuato da una serie di Regolamenti emanati dall’Unione Europea) si impegna ad adottare determinate prassi operative volte a raggiungere determinati obiettivi.

Tra gli obiettivi dell’agricoltura Biologica:

  • Ridurre al minimo l’impatto ambientale delle produzioni;
  • Incrementare il livello di Biodiversità;
  • Salvaguardare le risorse naturali;
  • Incrementare il benessere animale;
  • Produrre quanto più possibile utilizzando sostanze e procedimenti naturali.

Consumare dei prodotti biologici significa perciò consumare un prodotto sostenibile dal punto di vista ambientale, dove gli INPUT chimici impiegati lungo tutta la filiera di produzione sono ridotti al minimo o nulli, dove le produzioni vegetali per crescere sfruttano i migliori avvicendamenti colturali e la stagionalità dei luoghi di produzione, mentre i prodotti di origine animale derivano da allevamenti dove c’è sufficiente spazio per ogni animale, l’impiego massiccio di antibiotici è vietato (usati esclusivamente nei casi emergenza), e dove vengono rispettati i naturali ritmi produttivi degli animali.

Come vengono garantiti che tali principi siano rispettati da parte delle aziende?

Per controllare che tutte le aziende che aderiscono al biologico rispettino i principi e le regole stabilite dai Regolamenti di riferimento, ci sono degli enti terzi di certificazione che costantemente vigilano sull’operato delle aziende eseguendo costanti verifiche, sia attraverso analisi di laboratorio che attraverso il controllo dei documenti di acquisto e vendita.

Come si identifica un prodotto biologico?

Un prodotto biologico, etichettato e destinato al consumatore finale è facilmente riconoscibile. Infatti per essere contraddistinti, questi prodotti riportano in etichetta il logo Bio, ovvero la bandierina verde con la foglia stilizzata all’interno.

Questo marchio può considerarsi un marchio di qualità, una garanzia che tutta la filiera che è intervenuta per realizzare quello specifico prodotto ha adottato metodi di produzione che salvaguardano l’ambiente e tutelano l’ecosistema.

Cosa facciamo noi in Deanocciola per garantire produzioni biologiche di altissimo livello?

Avendo iniziato da molto tempo a produrre con metodo biologico, abbiamo selezionato accuratamente i nostri fornitori, scegliendo chi come noi crede fortemente nei valori del Bio, li coltiva e li persegue. Regolarmente effettuiamo a loro dei controlli ispettivi.

Poi visto che ci piace essere molto sicuri di ciò che facciamo e dichiariamo, periodicamente eseguiamo analisi sulle materie prime e sulle produzioni, così da escludere eventuali contaminazioni involontarie e accidentali…Deanocciola creme 100% bio!

All search results
X